EVENTO RIMANDATO! “SIPARI” RASSEGNA TEATRALE – NIENTE SESSO SIAMO ATENIESI – sabato 29 febbraio 2020

EVENTO RIMANDATO! “SIPARI” RASSEGNA TEATRALE – NIENTE SESSO SIAMO ATENIESI – sabato 29 febbraio 2020

EVENTO RIMANDATO PER DISPOSIZIONE MINISTERIALE

Primo appuntamento per la rassegna teatrale SIPARI in collaborazione con Tabula Rasa Verona.

1. NIENTE SESSO SIAMO ATENIESI sabato 28 marzo 2020

2. RED STORIES – DONNE VIOLATE sabato 28 marzo 2020

3. IL DARIO DI ADAMO ED EVA – sabato 16 maggio 2020

Tre appuntamenti con Tabula Rasa, come tre sono le luci del palco dell’associazione sdv . Tre occasioni per riflettere, sentire, gioire. Tre differenti spettacoli, una commedia greca, una raccolta di monologhi sulla violenza sulle donne, un reading sentimentale e ironico, in un contesto particolare, inusuale, accogliente.
La Donna fa da filo conduttore dei tre diversi spettacoli: l’intelligenza, l’arguzia e il sacrificio della Lisistrata di Aristofane, il coraggio, la forza e la tenacia delle Donne di Red Stories, l’ingenuità, la curiosità e la cura della Eva di Mark Twain.


SABATO 29 FEBBRAIO 2020
NIENTE SESSO SIAMO ATENIESI

da Lisistrata di Aristofane
Regia di Mirko Segalina e Veronica Tieni.  

Che fare se la guerra dura da vent’anni e la pace non viene? Si sciopera! Ma se ad Atene sono rimaste solo le donne, mentre gli uomini sembrano divertirsi a battagliare, allora l’unico sciopero che questi capiranno è l’astinenza.

Lisistrata chiama a raccolta tutte le donne di Grecia e insieme incrociano le braccia, anzi, le gambe: un vero e proprio “sciopero del sesso”, geniale, comico, rivoluzionario.

Una versione moderna, a tinte pop, della famosa commedia di Aristofane – perché la ragione di Stato è ragione domestica e per fare la cosa giusta è lecito ogni mezzo: «Se cediamo, se gli diamo il minimo appiglio, non ci sarà più un mestiere che queste, con la loro ostinazione, non riusciranno a fare.»

Contributo richiesto ai soci 10€
Posti limitati, preventida disponibile:


SABATO 28 MARZO 2020
RED STORIES – DONNE VIOLATE

Ogni nuovo mattino uscirò per le strade cercando i colori.
Dove trova una donna la forza per riprendersi da un sopruso, da una delusione, da un’ingiustizia, da una violenza? Quali e quante energie riuscirà a mettere in gioco? Quanto dovrà reinventarsi, ricostruirsi dalle rovine, rinascere?
Secondo il rapporto dell’OMS, la violenza contro le donne rappresenta “un problema di salute di proporzioni globali enormi”, dalle statistiche ISTAT, in media, in Italia, 88 donne al giorno subiscono violenze (una ogni 15 minuti) e, nell’80% dei casi da un familiare, un partner, un amico.

Questa nostra rappresentazione vuole essere una testimonianza, vuole semplicemente dare voce, è una raccolta di racconti, contributi, punti di vista, un testo di parole, urla silenziose che chiedono di essere ascoltate. Parlando, le donne possono portare alla luce l’invisibile, possono farsi forza, possono dirci: Le cose vanno così. Prendiamone atto. Parliamone. Liberate la nostra voce. Lasciateci uscire per le strade cercando i colori.

Contributo richiesto ai soci 10€
Posti limitati, preventida disponibile:


SABATO 16 MAGGIO
IL DIARIO DI ADAMO ED EVA

Al centro il secolare scontro e incontro tra uomo e donna. L’eterno dilemma sul significato della natura umana e sulla bellezza delle diversità tra i due sessi. In scena quattro attori: un uomo rappresenta il pragmatismo del mondo maschile e tre donne dipingono la volubilità dell’universo femminile. Quattro sono anche gli elementi: Adamo è riconducibile all’elemento terreno, Eva – aria è ingenua, sognatrice, romantica, Eva – fuoco è frizzante, ironica, burlona, Eva – acqua è curiosa, descrittiva, sperimentatrice.
L’ironia che accompagna tutta la messa in scena sfuma piano piano, verso la fine, in un discorso che abbraccia a tutto tondo il tema sempre attuale dell’Amore.

Mark Twain narra, in modo ironico e fiabesco, il primo incontro tra uomo e donna. Adamo è cinico, solitario, rude. Eva è romantica, vanitosa, chiacchierona. Eppure, nonostante le diversità, uomo e donna si amano.

Contributo richiesto ai soci 10€
Posti limitati, preventida disponibile:


La Compagnia Teatrale Tabula Rasa nasce nel 1993 da un nucleo di attori con la passione per il teatro provenienti dal Teatro Laboratorio di E.M. Caserta.
Il manifesto è fare teatro senza condizionamenti, senza dare nulla per scontato o già acquisito, rimettendosi in gioco ogni volta come se fosse la prima, facendo quindi tabula rasa.


ABBONAMENTO
E’ possibile prenotare l’abbonamento alle tre date, con un contrinuto totale richiesto pari a 25€
Posti limitati, preventida disponibile: